.
Annunci online

paoloborrello.it
         

Altri Link
visita il sito di Amnesty International
visita il sito dell'associazione Luca Coscioni
 visita il sito del Gruppo Abele
visita il sito Libera
visita il sito Save the Children
visita il sito di Legambiente
visita il blog per la verità sulla morte di Aldo Bianzino
visita il sito di Articolo 21, il quotidiano online per la libertà di informazione e di espressione
visita il sito Liberainformazione
visita il sito PeaceReporter
visita il sito Tuttoconsumatori
visita il sito dell'Associazione Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale
visita il sito di Barack Obama
visita il sito de lavoce.info
visita il sito nel Merito
visita il sito di Nazirock
contro il razzismo
visita il sito di Altan
visita il sito di Angese
visita il sito di Sergio Staino
visita il sito di Vauro


23 luglio 2019

Oltre 5 milioni i pensionati con meno di 1000 euro

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ha recentemente presentato la relazione attuale dell’istituto da lui presieduto. Numerose le informazioni interessanti in essa contenute, tra le quali il fatto che  circa un terzo dei pensionati (nel complesso sono 15.426.847), e cioè 5,3 milioni percepiscono un importo mensile inferiore ai 1.000 euro. Inoltre 1,6 milioni sono costretti a vivere con una pensione inferiore ai 500 euro. 

Questi dati indubbiamente colpiscono molto, sono dovuti a varie cause, ma dimostrano la necessità che si debba operare per accrescere soprattutto le pensioni più basse, piuttosto che, come ha deciso l’attuale governo, varare la cosiddetta quota 100, che ha permesso e permetterà il verificarsi di un notevole numero di anticipazioni pensionistiche.

Ed è più che probabile che in futuro, per coloro che attualmente sono giovani, la situazione peggiorerà. La loro pensione sarà ancora inferiore rispetto ai dati esposti nella relazione. Ma, è noto, ai governi del futuro dei giovani interessa poco e nella relazione non si attribuisce la necessaria attenzione a tale problema.

Sempre secondo quanto riportato nella relazione, a fronte di un aumento della spesa, a causa dell’invecchiamento della popolazione e di dinamiche volte a far accedere anticipatamente i cittadini ai trattamenti pensionistici, l’incidenza della spesa per il welfare sul prodotto interno lordo è rimasta costante, diminuendo in percentuale minima.

La spesa pensionistica è aumentata nel 2018 anche per le ricostituzioni sulle pensioni vigenti e non solo per le nuove pensioni accolte e liquidate, nonché per gli incrementi per perequazione automatica.

Uno degli altri temi esaminati dal presidente dell’Inps è stata la lotta ai falsi invalidi, vera piaga dell’intero sistema welfare italiano e presente soprattutto al Sud, dove c’erano veri e propri sistemi che accettavano benevolmente le domande di accesso ai benefici previsti per chi presente un certo tasso di invalidità.

Tridico si propone di inasprire la lotta a questa piaga sociale, revisionando le procedure di accesso alle pensioni di invalidità e rivedendo le tabelle finora utilizzate. Sperando che questa contrazione non incida poi sulle persone che realmente meritano di accedere a questo beneficio.

Oltre a questo, il procedimento per il contenzioso cambierà e si inaspriranno anche le pene contro le truffe e le false invalidità, creando una direzione anti-frode che supervisioni e controlli le corrette procedure.

Tridico ha infine sottoposto all’attenzione del Parlamento un’opportunità non sfruttata dall’Inps e su cui è necessario iniziare a puntare, ossia la previdenza complementare pubblica.

Così come accade in altri Paesi, occorrerebbe crearne una gestita dall’Inps, volontaria e alternativa alle soluzioni private.

Oltre a dare un’ulteriore possibilità a chi sceglie di aderire alla previdenza complementare con la garanzia dello Stato italiano, ad esempio per quanto riguarda l’accantonamento del Tfr, istituire un fondo potrebbe attirare investimenti ed è curioso ed anacronistico, secondo Tridico, come manchi un fondo integrativo pubblico.

L’opportunità economica legata al business dei fondi pensione è altamente appetibile: nel 2018 i fondi pensione gestivano 167,1 miliardi di euro, 9,5% del Pil e molti di questi soldi sono stati investiti all’estero, generando ricchezza all’esterno del nostro Paese.

Occorre una valida alternativa ai fondi privati che generi fiducia e attiri sia la ricchezza interna, sia quella proveniente da altri Paesi, aumentando gli investimenti diretti in Italia.




permalink | inviato da paoloborrello il 23/7/2019 alle 7:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     giugno        agosto
 







visita Bloglaici

visita meglioliberi

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



Altri Blog


paoloborrello.wordpress
2piu2uguale5
accade
adestra
agiamo
agoradelpoeta
alchimia
alitodivento
aljihadalakbar
amanolibera
ambienteonline
andreasfondrini
annie80
antifascismoresistenza
aquilonesenzavento
arcadia77
arciprete
astronik
aujourdhuitina
avocado
babate
bartolomeonicolotti
biblioceca
bluevelvet
calibano
carnesalli
charliebrown01
chupachupa
clandestinodellavita
contracorriente
comunitaproletarieresistenti
degiorgioblog
demos
dexterh46
diarioestemporaneo
dicosemprelamia
didascalos
dilia
dinolattuca
dinottelaluna
discutendo
dituttosututto
donatellacamatta
ecarta
efesto
eleonoraporta
emanuelafanelli
emmart
energiapulita1
enne-stranigiorni
esperimento
espressione
eugualemalquadrato
fabiopeluso
fabiopiselli
fattiedisfatti
federicoaldrovandi
fedevegan
fioridialicanto
fioriecannoni
fiorirosa
floreana2
fort
francescoferrari
francobrain
fuorimargine
garbo
gdzito
geco
giovannicera
gliincapaci
grifo87
gurgling
HeavenonEarth
hellbove
hertory
i400colpi
ilmale
impollinaire
ilmondoallarovescia
ilmondosecondome
iotocco
ilpopolosovrano
ilpuntoimproprio
ilsalottodellalternativo
ilteatrino
inprospettiva
iojulia
ioletta
irandemocratico
italiasvegliati
irlanda
kissaseva
koli00
KudaBlog
l_antonio
laurarocatello
lafinestrasulcortile
lamiacaverna
lampinelletenebre
lavagnabianca
lessicodemocratico
liberidivolare
liberolanima
lindadicielo
litecondominiale
lorenzaferrari
lostrazzablogg
lucania
mamotati
mancio
marinopaola
mietta
milleeunanotte
mimmoguarino
mimuovofacciocose
mirabaud
mojorising
mr-loto
murodemocratico
nathan2000
newfablog
nikiaprilegatti
noncontromaper
no-fog
noicittadinilucani
notes-bloc
nuvolasenzainverno
nuvolese
occhiodelciclone
onoenergy
opinionidirette
orgogliodemocratico
padrepuglisi
palagniak
paolodemartino
pdg
pellizzer
pensierididonna
penultimi
picnicconlefragole
pierluigilido
pilloledicucina
pinodeluca
pitunpi
point
portavoce
pqlascintilla
precariamente
quartieri
quoterosashokking
redbiker
redentatiria
riccardo-uccheddu
rigirandola
rosavalenti
rossellagrenci
sacchegiatorcortese
salviamocarrara
salviamoitalia
sarditudine
saxer
serenacolonna
sergiobontempelli
solealtonelcielo
sonogians
sonounitagliano
spensieratoaviator
svegliaitalia
tavolodelledonne
terzadimensione
terzostato
tisbe
tuttoblog
universopolitico
valentinaconticello
valerioascenzi
valeriabonanno
valeriopieroni
valigetta
vicolodeigatti
vincenzaperilli
virginie
virtualblog
volipindarici
volodinotte
volovivace
voltirivolti
vulcanochimico
williamnessuno
windofchange
wrong
zibaldone2
zonaliberata
zuccherofarinaecompany


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom