.
Annunci online

paoloborrello.it
         

Altri Link
visita il sito di Amnesty International
visita il sito dell'associazione Luca Coscioni
 visita il sito del Gruppo Abele
visita il sito Libera
visita il sito Save the Children
visita il sito di Legambiente
visita il blog per la verità sulla morte di Aldo Bianzino
visita il sito di Articolo 21, il quotidiano online per la libertà di informazione e di espressione
visita il sito Liberainformazione
visita il sito PeaceReporter
visita il sito Tuttoconsumatori
visita il sito dell'Associazione Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale
visita il sito di Barack Obama
visita il sito de lavoce.info
visita il sito nel Merito
visita il sito di Nazirock
contro il razzismo
visita il sito di Altan
visita il sito di Angese
visita il sito di Sergio Staino
visita il sito di Vauro


4 ottobre 2016

Teoria del gender e matrimonio, il papa è un vero conservatore e forse un reazionario

Nel corso del recente viaggio in Georgia, il papa ha sostenuto che è in atto una vera e propria “guerra mondiale” per distruggere il matrimonio ed ha individuato come principale causa della crisi del matrimonio la cosiddetta teoria del gender, considerata “il grande nemico”.

A mio avviso queste posizioni del papa, oltre ad essere del tutto inconsistenti, non possono che essere ritenute conservatrici, se non addirittura reazionarie.

Che il matrimonio sia in crisi, nelle società occidentali, che aumenti il numero dei divorzi, è indiscutibile, ma le cause sono diverse, non c’entra nulla la teoria del gender.

Del resto, non è la prima volta che il papa, relativamente a temi eticamente sensibili, come si suole dire, assume posizioni, inaccettabili, conservatrici se non reazionarie.

E’ bene, innanzitutto, precisare che cosa intende per teoria del gender almeno una parte del mondo cattolico.

A tale proposito si può leggere su Wikipedia:

“L’espressione è stata diffusa dal pontificio consiglio per la famiglia  per indicare un’ideologia che svaluterebbe la differenza e la complementarità dei sessi   e che sarebbe usata per giustificare le unioni omossessuali:

‘L’essere uomo o donna non sarebbe determinato fondamentalmente dal sesso, bensì dalla cultura. Tale ideologia attacca le fondamenta della famiglia e delle relazioni interpersonali…

Nel decennio 1960-70, si sono affermate alcune teorie (che oggi gli esperti qualificano generalmente come costruzioniste) secondo le quali l’identità sessuale di genere – gender – sarebbe non solo il prodotto dell’interazione tra la comunità e l’individuo, ma anche indipendente dall’identità sessuale personale.

In altri termini, nella società i generi maschile e femminile sarebbero esclusivamente il prodotto di fattori sociali, senza alcuna relazione con la dimensione sessuale della persona.

In questo modo, ogni azione sessuale sarebbe giustificabile, inclusa l’omosessualità, e spetterebbe alla società cambiare per fare posto, oltre a quello maschile e femminile, ad altri generi nella configurazione della vita sociale.

L’ideologia di gender ha trovato nell’antropologia individualista del neo-liberalismo radicale un ambiente favorevole. La rivendicazione di uno statuto analogo, per il matrimonio e per le unioni di fatto (incluse quelle omosessuali) è oggi generalmente giustificato facendo ricorso a categorie e termini derivanti dall’ideologia gender’

Successivamente l’espressione è stata utilizzata sia da papa Benedetto XVI sia da papa Francesco, che in varie occasioni hanno denunciato la pericolosità di tale supposta ideologia”.

Peraltro, sempre su Wikipedia, si può leggere ancora:

“Diverse associazioni accademiche e ordini professionali si sono espressi soprattutto negli anni 2014-2015, ribadendo che una ‘un’ideologia del gender’ semplicemente non esiste: le intense campagne mediatiche sarebbero piuttosto da ricondurre a dinamiche tipiche delle teorie del complotto”.

Si sono pronunciate, rilevando l’inesistenza della teoria del gender, tra gli altri, l’associazione italiana di psicologia, il consiglio nazionale dell’ordine nazionale degli psicologi, l’associazione di docenti universitarie “società italiana delle storiche”.

Quindi a parte il fatto che la cosiddetta teoria del gender non esiste e quindi le posizioni del papa, proprio per questo, possono essere legittimamente considerate non solo errate ma del tutto inconsistenti, esse comunque non possono che essere considerate conservatrici e forse anche reazionarie.

Sembrerebbe, infatti, che il papa assuma quelle posizioni perché ritiene che l’omosessualità, o meglio le unioni fra omosessuali, siano le principali cause del tentativo di distruggere il matrimonio, il matrimonio tradizionale cioè, e anche di mettere in discussione le famiglie “normali”, o considerate tali.

Ripeto, queste posizioni sono inaccettabili, vanno contrastate, e definite senza alcun dubbio conservatrici, se si vuole essere buoni, ed anche reazionarie, se si vuole essere più realistici.

E di questo dovrebbero essere consapevoli i laici che si mostrano affascinati dall’attuale papa e che dovrebbero essere molto più cauti quindi nei loro giudizi, del tutto positivi, sulla sua azione.




permalink | inviato da paoloborrello il 4/10/2016 alle 16:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre        novembre
 







visita Bloglaici

visita meglioliberi

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog



Altri Blog


paoloborrello.wordpress
2piu2uguale5
accade
adestra
agiamo
agoradelpoeta
alchimia
alitodivento
aljihadalakbar
amanolibera
ambienteonline
andreasfondrini
annie80
antifascismoresistenza
aquilonesenzavento
arcadia77
arciprete
astronik
aujourdhuitina
avocado
babate
bartolomeonicolotti
biblioceca
bluevelvet
calibano
carnesalli
charliebrown01
chupachupa
clandestinodellavita
contracorriente
comunitaproletarieresistenti
degiorgioblog
demos
dexterh46
diarioestemporaneo
dicosemprelamia
didascalos
dilia
dinolattuca
dinottelaluna
discutendo
dituttosututto
donatellacamatta
ecarta
efesto
eleonoraporta
emanuelafanelli
emmart
energiapulita1
enne-stranigiorni
esperimento
espressione
eugualemalquadrato
fabiopeluso
fabiopiselli
fattiedisfatti
federicoaldrovandi
fedevegan
fioridialicanto
fioriecannoni
fiorirosa
floreana2
fort
francescoferrari
francobrain
fuorimargine
garbo
gdzito
geco
giovannicera
gliincapaci
grifo87
gurgling
HeavenonEarth
hellbove
hertory
i400colpi
ilmale
impollinaire
ilmondoallarovescia
ilmondosecondome
iotocco
ilpopolosovrano
ilpuntoimproprio
ilsalottodellalternativo
ilteatrino
inprospettiva
iojulia
ioletta
irandemocratico
italiasvegliati
irlanda
kissaseva
koli00
KudaBlog
l_antonio
laurarocatello
lafinestrasulcortile
lamiacaverna
lampinelletenebre
lavagnabianca
lessicodemocratico
liberidivolare
liberolanima
lindadicielo
litecondominiale
lorenzaferrari
lostrazzablogg
lucania
mamotati
mancio
marinopaola
mietta
milleeunanotte
mimmoguarino
mimuovofacciocose
mirabaud
mojorising
mr-loto
murodemocratico
nathan2000
newfablog
nikiaprilegatti
noncontromaper
no-fog
noicittadinilucani
notes-bloc
nuvolasenzainverno
nuvolese
occhiodelciclone
onoenergy
opinionidirette
orgogliodemocratico
padrepuglisi
palagniak
paolodemartino
pdg
pellizzer
pensierididonna
penultimi
picnicconlefragole
pierluigilido
pilloledicucina
pinodeluca
pitunpi
point
portavoce
pqlascintilla
precariamente
quartieri
quoterosashokking
redbiker
redentatiria
riccardo-uccheddu
rigirandola
rosavalenti
rossellagrenci
sacchegiatorcortese
salviamocarrara
salviamoitalia
sarditudine
saxer
serenacolonna
sergiobontempelli
solealtonelcielo
sonogians
sonounitagliano
spensieratoaviator
svegliaitalia
tavolodelledonne
terzadimensione
terzostato
tisbe
tuttoblog
universopolitico
valentinaconticello
valerioascenzi
valeriabonanno
valeriopieroni
valigetta
vicolodeigatti
vincenzaperilli
virginie
virtualblog
volipindarici
volodinotte
volovivace
voltirivolti
vulcanochimico
williamnessuno
windofchange
wrong
zibaldone2
zonaliberata
zuccherofarinaecompany


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom