Blog: http://PaoloBorrello.ilcannocchiale.it

Votare +Europa con Emma Bonino

Non sarà facile scegliere chi votare in occasione delle prossime elezioni politiche che si terranno il 4 marzo. Almeno per me e per molti che la pensano come. Iscritti ed elettori del Pd ma che sempre più spesso sono in disaccordo con le decisioni del segretario di quel partito, Matteo Renzi, pur se, come il sottoscritto, inizialmente erano suoi sostenitori. C’è però una possibilità alternativa: votare la lista +Europa guidata da Emma Bonino, che fa parte della coalizione di centrosinistra all’interno della quale è presente anche il Pd.

Perché è possibile, anzi è opportuno, votare +Europa?

Innanzitutto perché è guidata da Emma Bonino.

Emma è stata ed è un esponente politico anomalo per l’Italia. Ha sempre privilegiato non il proprio interesse personale o la ricerca di una posizione di potere, ma, invece, ha tentato di soddisfare esigenze di carattere generale, i suoi principi, i suoi valori, tendenti soprattutto a tutelare e a sviluppare i diritti civili, spesso di natura etica, generalmente sottovalutati dal mondo politico, ma di estrema importanza per la vita quotidiana dei cittadini italiani.

Ha condotto, con grande impegno, battaglie di notevole rilievo, che all’inizio sembravano minoritarie, ma che poi hanno riscosso un grande successo, prima fra tutte quella per l’introduzione nel nostro ordinamento giuridico della possibilità, da parte delle donne, di interrompere la gravidanza, a certe condizioni.

Ma molte altre possono essere citate. Ne cito ancora solo una: quella sul “fine vita” che ha reso possibile il cosiddetto testamento biologico.

Quindi Emma Bonino può essere considerata un personaggio politico di elevata statura culturale e politica e per questo l’apprezzo molto, un motivo molto importante per indurmi a votare la lista da lei guidata.

Inoltre il programma della lista +Europa è per me ampiamente condivisibile.

E, senza addentrarmi nei dettagli del programma, mi sembra sufficiente riportare la premessa, per giustificare il mio giudizio positivo.

“Per affrontare le grandi questioni del nostro tempo occorrono risposte più ampie che può dare solo un’Italia più europea in un’Europa unita e democratica.

Un’Europa per il benessere e contro la povertà, per le libertà fondamentali e contro ogni forma di discriminazione, per l’accoglienza e l’integrazione con regole certe e contro l’indifferenza, per la sicurezza e contro il terrorismo.

Un’Europa votata all’innovazione tecnologica e alla ricerca scientifica, alla valorizzazione del patrimonio storico e ambientale, alla tutela della concorrenza in un mercato aperto e alla creazione di opportunità e lavoro.

Vogliamo farlo a partire dall’Italia, abbattendo i muri reali e immaginari eretti dai nazionalismi, dall’odio e dal populismo e dobbiamo farlo perché la Storia ha dimostrato dove questi portano: indietro, mai avanti. È tempo di dire che per guardare al futuro dell’Italia non serve meno Europa, anzi.

Per avere – anche in Italia – più crescita, più diritti, più democrazia, più libertà, più opportunità, più sicurezza, più rispetto dell’ambiente, serve più Europa.

Per queste ragioni Radicali italiani, Forza Europa e Centro Democratico alle prossime elezioni hanno deciso di promuovere +Europa con Emma Bonino”.

Pubblicato il 11/2/2018 alle 11.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web